// Stai leggendo ...

Featured2

Porta un softphone sempre con te (Linux version)

Riprendiamo la serie “voip in tasca” analizzando una valida soluzione per utenti Linux basata sul softphone X-lite di Counterpath.In pochi passaggi saremo in grado di avere una copia perfettamente funzionante del nostro amato softphone nella nostra penna usb (o qualunque altro supporto rimovibile),pronta ad essere scarrozzata per la città e ad accompagnarvi ovunque

Riprendo il mio precedente post per segnalarvi l’esistenza di una soluzione anche per chi, abbandonata mamma Gates, utilizza Linux quale OS principale.

Le premesse e lo scenario d’utilizzo tipico per queste soluzioni sono ovviamente le stesse viste in precedenza: necessità di fare qualche telefonata lontano da casa, impossibilità di installare il nostro client preferito sul pc “ospite”, e una donna furiosa che aspetta la vostra chiamata da 45 minuti….

Bene, “bando alle chiacchiere” (per quello c’e’ la donna che sta li ancora ad aspettare), e passiamo ad analizzare la soluzione proposta.

1- Per prima cosa scarichiamo il client X-lite per Linux da questo indirizzo

Fatto?? Bene, a questo punto abbiamo già finito :) Non dovrete fare altro che scompattare l’archivio, copiare il file xtensoftphone sulla vostra penna usb, renderlo eseguibile e lanciarlo :)

Per chi stesse solo ora affacciandosi al mondo open (ps. benvenuti) e necessiti di una guida piu dettagliata:

2- Aprire un terminale ed andate nella cartella in cui avete scaricato l’archivio (la procedura varia da distribuzione a distribuzione), in Ubuntu lo gnome-terminal si trova sotto la voce ACCESSORI del menu APPLICAZIONI

3- Decomprimete l’archivio con:

tar -zxvf X-Lite_Install.tar.gz

4- Copiate la cartella x-ten-xlite creta nella vostra pennetta usb (per questo passaggio potrebbe essere necessario disporre dei diritti di admin (come nel mio esempio):

cp -r /percorso_direcory_da_copiare /percorso_directory_destinazione

ad esempio:

sudo cp -r /home/skumpic/Desktop/x-ten-xlite /media/usb_pen

5- Spostatevi nella cartella in cui abbiamo copiato il file e renderlo eseguibile:

chmod +x xtensoftphone

6- Infine per lanciare il softphone è sufficiente digitare dalla cartella in cui si trova l’eseguibile:

./xtensoftphone

A quanti storcono il naso di fronte a tutta questa serie di comandi da inviare da consolle, ricordo solo che tutte queste operazioni sono eseguibili anche da interfaccia grafica (ovviamente in quel caso i passaggi cambieranno da Desktop a Desktop a seconda che utilizziate Gnome o Kde ad esempio).La presente procedura testuale vuole solo essere una base di partenza “universale” adattata a qualunque linux box

La soluzione proposta funziona su tutte le principali distribuzioni linux, anche se in determinate installazioni potrebbe “crashare” in caso si utilizzi il codec GSM

Commenti

commenti


I commenti all'articolo

1 commento for “Porta un softphone sempre con te (Linux version)”

  1. [...] su di un supporto removibile (la classica penna usb) di un client voip sia per sistemi operativi linux, che per sistemi operativi windows based, completiamo la nostra panoramica con una guida che spiega [...]

    Commentato da Installiamo Skype in una penna usb , un ipod, o qualunque dispositivo portatile » Libera il VoIP | maggio 10, 2007, 23:20 |

Lascia un commento

Devi essere autenticato per lasciare un commento.