// Stai leggendo ...

Featured2

Quale tariffa per navigare in rete? Consigli e dritte per scegliere al meglio

– Ultimo Aggiornamento: 17 Marzo 2008
Persi nel “marasma” di offerte, promozioni, occasioni?? Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza nel “mare magnum” delle offerte dati commercializzate dai gestori di telefonia mobile con qualche “dritta” che vi aiuti a scegliere la tariffa che meglio si adatta al vostro utilizzo di “internet mobile”. E già che ci siamo sfatiamo anche qualche “falso mito”. Una guida precisa e puntuale che potrebbe fare al caso vostro…



Gli ultimi aggiornamenti sono del 17 Marzo 2008 e sono indicati così.

Vorrei mettervi al corrente della mia (positiva) esperienza.
Se ritenete che quanto dico contenga imprecisioni o errori, vi prego di farmelo notare con un commento, in modo tale che possa essere, eventualmente, modificato di conseguenza. Nel tempo, il testo sarà migliorato e aggiornato.

Libertà di device e di software

Quando leggete che una tariffa è applicabile solo se la connessione a Internet avviene direttamente dal telefonino, oppure solo se avviene utilizzando il computer (magari col software XYZ), NON FATECI CASO: i Fornitori di Servizi di Telefonia Mobile (ovvero: Gestori TLC) danno queste indicazioni per motivi commerciali e per pianificare meglio la loro attività, per pianificarla meglio anche sotto il profilo specificamente tecnico, come gli investimenti in apparecchiature e le spese da affrontare per l’aggiornamento delle stesse. Uno degli aspetti che si trovano a dover fronteggiare, ad esempio, è quello di prevedere il traffico che graverà sui diversi Punti di Accesso distribuiti sul territorio nazionale, in modo da dimensionare adeguatamente la banda di trasmissione ed evitare disservizi.
Detto qui incidentalmente, le previsioni della Motorola per il futuro dell’UMTS/HSDPA non sono entusiasmanti, perché nel 2005 veniva pronosticato che la velocità dell’HSDPA si sarebbe assestata tra i 0,5 e 1,5 Mbit/sec. Il che mi pare (dalle mie misurazioni) sia proprio quello che sta accadendo (almeno nella rete della TRE, ma da quanto leggo e da vari raffronti pare che la velocità massima da me raggiunta, cioè 1,6 Mbit/sec –punta massima: 1,7 Mbit/sec– sia, allo stato dell’arte, più che buona).

Quello che il Gestore TLC sicuramente rileva quando qualcuno chiede di stabilire una connessione a un Punto di Accesso (APN), cioè quando un apparecchio GPRS/UMTS (HSDPA) compone *99# , è il numero IMSI (International Mobile Subscriber Identity) di cui ogni SIM è dotata.

Ciò che al Gestore TLC interessa (anche per motivi di obbligo di legge) è identificare univocamente il chiamante; cioè gli interessa conoscere l’IMSI, ovvero l’identificativo unico della SIM chiamante (a cui, nei data base del gestore, sono associati i dati anagrafici dell’intestatario della SIM). Però, salvo i casi di “operator locking” (vedi oltre), la SIM (o “USIM” che sia) può essere inserita in qualsiasi device; per esempio puoi prendere la SIM che hai nel telefonino e inserirla nella scheda modem, oppure fare il contrario; e, anche se è abilitata al solo traffico dati, puoi estrarre la SIM dal modem ed inserirla nel telefonino e continuare a connetterti a Internet (eventualmente modificando opportunamente il Punto di Accesso) o solo mediante telefonino, oppure anche usando quest’ultimo come modem: nulla cambia ai fini della tariffazione, perché questa è posta in relazione con la SIM e non con l’apparecchiatura, né tantomeno (sarebbe da pazzi) col software che usi per connetterti a Internet.

AGG 17 Mar 2008

Come evitare il roaming

Settaggi: come interagiscono le configurazioni fatte direttamente dai menu del telefonino con quelle mandate in input al modem via software (con un comando “AT” in una stringa di inizializzazione)?
Semplice: avviene un merge e se ci sono due configurazioni diverse che riguardano la stessa funzione, su quella memorizzata nel telefonino prevale quella inviata via software. Le configurazioni impostate direttamente dal telefonino essendo stabili, cioè memorizzate all’interno del device, vengono riproposte come default a ogni suo riavvio, mentre quelle impostate attraverso una stringa di inizializzazione del modem, inviata via software, sono volatili e quindi devono essere riproposte ogni volta che il software comanda al cellulare di effettuare una chiamata.

ESEMPIO:
Il “dual mode”, detto anche “modalità duale”, cioè lo switching da UMTS a GPRS (con eventuale roaming, se occorre, verso rete di altro gestore) può essere impostato in modo stabile mediante gli appositi menu del telefonino (ad esempio: sul Nokia 6120: Impostazioni / Telefono / Rete / Modalità di rete) e, in tal caso, riguarderà tanto le chiamate effettuate direttamente dal telefonino, quanto quelle effettuate usando il software residente sul PC. E’ consigliabile configurare la “Modalità di rete” come “solo UMTS” quando si usa una SIM di un operatore che per le zone che non copre con la propria rete affitta la capacità trasmissiva da altri operatori; in altre parole: TRE :-)
La TRE, infatti, possiede una propria rete UMTS, ma nelle zone che essa non copre “affitta il GPRS” da un altro operatore, facendo pagare il traffico svolto in GPRS a una tariffa molto superiore rispetto a quella stabilita per l’UMTS/HSDPA (che sarebbe l’UMTS/HSDPA della propria rete).
Tuttavia, la stessa configurazione della “Modalità di rete” può essere data in input al telefonino anche via software, usando un’apposita stringa di inizializzazione scelta fra queste:
at_opsys=0,2 (solo GPRS)
at_opsys=1 (solo UMTS)
at_opsys=2 (preferenza per GPRS)
at_opsys=3 (preferenza per UMTS)

Quella che forza la modalità “solo UMTS” è “at_opsys=1” (ma credo che per questo tipo di configurazione alcuni cellulari Nokia accettino solo comandi “proprietari”, cioè richiedono comandi AT diversi da quelli qui sopra indicati: da verificare)

All’atto pratico…

All’atto pratico, vale quanto segue.

A) Una volta che disponi di un device in grado di stabilire una connessione con un Punto di Accesso (APN) per il traffico dati in GPRS/UMTS/HSDPA, puoi usare qualsiasi SIM, a meno che il device stesso non sia bloccato per usare solo le SIM di un determinato Gestore TLC (ma questo è un altro discorso, che riguarda il firmware dell’apparecchio e non la connessione con l’APN). Che, poi, la gestione del traffico TCP/IP sia fatta da un software interno al device (come nel caso di un telefonino con un browser web, o con Google Maps, o di un palmare), oppure da un software esterno al device che riceve i dati via USB o via bluetooth (come quando si collega il device al pc) non cambia niente.

B) Quella SIM può essere o “solo dati”, oppure “normale”, cioè può essere associata a una tariffa speciale per il traffico dati, oppure no.

- Nel caso di una SIM “normale”, si tenga presente che tutti i Gestori TLC hanno offerte (opzioni tariffarie) specifiche allo scopo di favorire chi, oltre a fare traffico “voce”, fa anche traffico “dati”, cioè si collega anche a Internet. Queste offerte (opzioni) devono essere espressamente attivate dal cliente (o su richiesta di questi), altrimenti viene applicata la tariffa standard per il traffico “dati”, la quale può essere “a tempo” o “a volume”.

- Può accadere che queste offerte “Internet” siano condizionate a un periodo minimo di permanenza (solitamente un abbonamento biennale) e questa (discussa) clausola (quanto sto dicendo lo dò al 90% per quanto ne so e ne ho capito a tutt’oggi) non è affatto detto che sia sempre legata al prendere in comodato un modem o un telefonino (che tanto, se usi una SIM adibita a “solo traffico dati”, è equiparabile a un modem puro), tanto è vero che, oggi come oggi (Febbraio 2008), i Gestori TLC hanno in listino offerte in cui il modem ti viene offerto a 0 euro, perché –appunto– quello che a loro interessa è che il cliente resti con loro per un periodo di almeno 2 anni.

- Darei molta importanza a questa cosa del periodo minimo di 2 anni, perché è un punto cruciale (da porre in relazione, come dicevo all’inizio, con le pianificazioni dei Gestori TLC), in quanto in un lasso di tempo così lungo sicuramente lo stesso Gestore, o un altro, farà offerte migliori, mentre tu sarai “locked-in” con le condizioni tariffarie che hai accettato al momento di accensione dell’abbonamento.

- Poi vanno tenute presenti anche le condizioni tariffarie per il traffico in roaming, roaming che si può evitare settando il modem (o direttamente dal telefonino, oppure via software dal dialer del pc: vedi box qui a sinistra) per usare solo la rete UMTS (che sarà sempre e solo quella del Gestore TLC che ha fornito la SIM).

Ne deriva che…

Ne deriva quanto segue.

- Sarebbe meglio orientarsi verso offerte che non prevedano il lock-in temporale di due anni: la “100 ore in libertà” della Vodafone mi pare sia una di queste (cioè puoi associarla ad una SIM ricaricabile che hai già, paghi 30 euro, ma non sei obbligato ad avere l’opzione Internet per più di un mese); ripeto che nelle pubblicità la “pillola amara” del lungo periodo viene addolcita “regalando” il modem al cliente, ma questo è appunto un modo per spingere il cliente a restare abbonato a lungo, garantendo al Gestore TLC un’entrata sicura e soprattutto prevedibile.
Va tenuto presente che la disciplina di questo specifico aspetto dipende dal Gestore: la Vodafone consente di abbinare le “100 ore” anche a una SIM ricaricabile e solo per 1 mese (vedi [*] qui sotto), mentre il vincolo di 2 anni scatta se prendi anche il modem in comodato; invece, al momento in cui scrivo, mi risulta che la TRE applichi la clausola dei 2 anni di abbonamento al semplice fatto che tu attivi una SIM “solo dati”: vedi, qui, oltre).

[*]
Che il vincolo non sia per forza di 2 anni Vodafone cerca di non renderlo immediatamente esplicito, perché appena può parla di “abbonamento” e di “modem regalato”, ma che i due anni non sono imposti sempre lo si comprende dalle pagine illustrative all’interno di www.190.it e anche dalle più recenti pubblicità, che dicono pressappoco: “e se ti abboni ti regaliamo il modem” (quindi l’abbonarsi non è necessario per fruire dell’offerta).

- Se si attiva una SIM che sia riservata esclusivamente al traffico dati con la TRE, sono quasi certo che si sia obbligati a restare abbonati per 23 mesi: a prescindere dal fatto che si prenda il modem in comodato, o no; tanto che qualcuno in Rete ha già detto (ed è anche ciò che dicono i rivenditori della TRE) che, se le cose stanno così, è da stupidi non prendersi anche un modem quando questo ti viene dato senza costi aggiuntivi.

- In merito alla disciplina dell’offerta “solo dati” della TRE varrebbe la pena fare un approfondimento, cioè verificare in modo esteso se effettivamente il rivenditore della TRE non possa attivare una SIM “solo dati” senza che al contempo tu sia obbligato anche all’abbonamento biennale, e ciò anche quando tu il modem (o il telefonino che useresti come modem e che –come spero di aver chiarito– è, ai fini della tariffazione, la stessa cosa di una scheda che fa solo da modem) ce l’hai già, o –addirittura– l’hai acquistato dallo stesso rivenditore TRE al quale attualmente ti stai rivolgendo per attivare una SIM “solo dati” senza l’obbligo dell’abbonamento biennale (possedendo già il device, non sei interessato a riceverne un altro “in bundle” con la SIM, neppure se te lo “regalano” a 0 euro).

Per quanto riguarda la TIM valgono discorsi simili con alcune varianti non da poco e che non ho approfondito.

Per la Wind varrebbe, credo, un discorso diverso, ma che non ho affrontato vista la copertura del servizio HSDPA che penso sia inadeguata per le mie esigenze.

In conclusione…

Per concludere, posso dirvi che io uso una SIM della TRE (propriamente detta “USIM”), ricaricabile, che non è riservata al solo traffico dati, quindi con la quale posso fare anche telefonate vocali, o in video-fonia, alla quale ho intenzione di associare l’opzione Naviga3, che mi permetterà di avere 50 Mega al giorno di traffico (upload + download) al prezzo di 3 euro alla settimana o di 9 euro al mese; attualmente (Febbraio 2008) sto usando la promozione SuperNaviga3, che era abbinata al mio telefonino quando l’ho comprato e che mi permette di arrivare al 29 febbraio con un tetto massimo di traffico di 10 Giga senza spendere un solo euro.
Ad oggi sono soddisfatto del servizio fornito da TRE (anche come gestione della USIM via sito web), nonostante ci siano stati disservizi in 3 giorni e anche se mi pare che la banda riservata ai singoli utenti sia diminuita (azione forse intrapresa per evitare disservizi).
Con questa USIM mi collego a Internet mediante il mio cellulare Nokia 6120, utilizzandolo come modem collegato al laptop via cavo USB, e mi collego anche chiamando l’APN direttamente dal telefonino e usando il browser preinstallato e “Google Maps for mobile”.
Sul mio laptop gira Linux (SuSE 10.2) che ha riconosciuto immediatamente il cellulare e che lo usa come modem in modo assolutamente trasparente (lo sapevo già: è uno dei motivi per cui ho acquistato proprio il 6120 della Nokia ;-)
Più in generale, mi sono fatto l’opinione che, per una serie di motivi che potrò eventualmente indicare, usare un telefono cellulare come modem sia in molti casi (non dico in assoluto) la scelta migliore (notevole, per esempio, la possibilità di avere sul device un display con una serie di indicazioni in tempo reale e delle funzioni software che ti dicono tutto sulla connessione).
Una volta superato lo scoglio (eventuale) del riconoscimento del device (nel caso di Windows e Mac mediante appositi driver; nel caso di Linux caricando –se non lo fa in automatico– i driver –che in Linux si chiamano “moduli”– col comando “modprobe” ed eventualmente anche con appositi script che automatizzino alcune operazioni di riconoscimento del device), per effettuare la connessione puoi usare qualsiasi software: basta fornire le corrette stringhe di inizializzazione, contenenti anche l’indirizzo dell’APN che vuoi usare.

AGG 16 Mar 2008

La questione degli APN:
naviga.tre.it o tre.it ???

Se non si è attivata l’opzione Naviga3 [*], l’APN dev’essere tre.it o datacard.tre.it (questo se ci si collega con una SIM autorizzata al solo traffico dati). Se si ha la Naviga3, l’APN può anche essere naviga.tre.it, ma non deve esserlo per forza. Insomma, se non si ha la Naviga3 non si può usare l’APN naviga.tre.it, mentre se si ha la Naviga3 si può usare l’APN tre.it così come l’APN naviga.tre.it.

[*] l’attivazione effettiva parte dalle ore 00:00 del giorno successivo alla richiesta di attivazione.

Ho provato anche inserendo nel telefonino una SIM della Vodafone che uso normalmente da più di 5 anni per il traffico voce: tutto liscio. Basta cambiare l’APN (gli altri parametri di inizializzazione sono gli stessi) e puoi collegarti a Internet direttamente col telefonino, oppure usando questo come modem per il pc, sia –nel mio caso– con TRE come provider (l’APN è “tre.it”, o “naviga.tre.it”, mentre “datacard.tre.it” dovrebbe essere riservato alle USIM “solo dati”), sia con Vodafone (l’APN è “web.omnitel.it”).
Con la Vodafone non ho attivato alcuna opzione specifica per il traffico Internet. Per forza: ho già quella gentilmente offertami da TRE all’atto dell’acquisto del cellulare e credo che, dopo la data di scadenza di questa, opterò per la Naviga3 di TRE, magari settando il browser –interno al cellulare, o quello che uso sul pc– in modo che non visualizzi le immagini (questo settaggio varrebbe la pena provarlo comunque, perché l’incremento di velocità è enorme).
Nel mio caso, quindi, se uso la SIM di Vodafone, non avendo attivato alcuna “opzione Internet”, il traffico dati che svolgo mi viene conteggiato a tempo (l’ho dovuto chiedere esplicitamente telefonando al 190, essendomi accorto di avere pagato salati i primi minuti di connessione, dato che la SIM era, di default, associata a un conteggio “a volume” al prezzo di 6 euro per 1 Mega) al prezzo di 4 euro l’ora + 29 50 cent per ciascuna connessione (per un esempio pratico di conteggio, vedi [*] qui sotto).

[*]
- 1 connessione della durata di 59 min e 56 sec: euro 4,50;
- 1 connessione della durata di 8 min: euro 1,50.
(rammento che i 50 cent sono per ciascuna connessione, quindi se –supponiamo– nell’arco di 15 minuti fai 4 connessioni, paghi comunque il costo di una sessione di 15 minuti, cioè 1 euro, moltiplicato per 4 volte e, in più, 50 cent per ciascuna connessione, dunque 6 euro)

Se invece, con USIM di TRE, supererò la soglia di 50 Mega giornalieri (opzione “Naviga3″ che probabilmente attiverò al prezzo di 9 euro al mese), il traffico mi verrà a costare 60 cent per 1 Mega (che equivale a un decimo della tariffa a volume della Vodafone), salva l’applicazione del piano tariffario “Super Web.

La tariffa “Super Web” unita all’opzione “Naviga3″ della TRE
(6 Marzo 2008)

Il 29 Febbraio, come dicevo sopra, mi è scaduta la SuperNaviga3 da 10 Giga in un mese (cioè l’offerta promozionale “una tantum”, non rinnovabile, che ho trovato come un’ottima occasione per fare alcune prove di consumo).
Il fatto è, per esempio, che (a parte i casi evidenti di filmati, immagini numerose, eccetera) con la Naviga3, quando vuoi fare un aggiornamento on-line del sistema operativo e del software (sia che tu viva in mondo Windows, sia Mac, sia Linux) ti “partono” parecchi mega. Sì, ok, dipende dalla frequenza con cui fai gli aggiornamenti, ma è comunque un fattore di rischio di superamento della soglia di 50 Mega della Naviga3. Soprattutto, una volta che il tuo sistema ha bisogno di essere aggiornato, potrai anche rimandare al giorno successivo, ma non puoi decidere di non farlo (e se attendi, a parte i rischi del mancato aggiornamento, la dimensione del download aumenterà… se poi devi fare anche un aggiornamento dell’antivirus…). E’ quindi possibile che ti partano in un soffio (questo “soffio” è una lancia spezzata a favore della velocità di connessione) 50 Mega di traffico solo per l’aggiornamento.
Quindi?
Quindi, un buon modo per non optare per l’offerta “solo dati” (sempre della TRE, quella da 19 euro al mese, per intenderci), che avrà molti pregi, ma ha anche dei lati negativi (su cui ora non mi soffermo) è di scegliere la Super Web come tariffa di base su cui agganciare l’opzione Naviga3.
Attualmente la Super Web è in promozione (con ‘ste promo continue ci si sente un po’ trattati come se si avesse l’anello al naso… vabbe’ tirem’innanzi) fino al 1° Giugno: 3 cent invece di 10 (notare :-) che a 10 cent ci sarà rimasta una quindicina di giorni, o giù di lì, visto che è partita a inizio Febbraio, e quindi quell’ “invece”… ma non potevano partire subito a 3 cent?… sì, sì sono le loro policy… lo sappiamo…).
Si può fare Super Web + Naviga3 ? mi sono chiesto.
YES !
Con una… ehm… “piccola” avvertenza: non si può fare un cambio di piano tariffario, ma dev’essere attivata una nuova USIM.

Ah, a proposito: se l’opzione Naviga3 l’attivate in “modalità Più”, cioè come una delle possibilità “Più” (le nuove schedine di ricarica con i due lati utilizzabili a scelta) che ti fanno spendere meno per un’opzione a tua scelta, non è rinnovabile in quella modalità. “Ovviamente” questo lo si scopre solo dopo, ma va comunque benissimo: per i futuri rinnovi si spenderanno 9 euro al mese (per la Naviga3 da 30 giorni, e occhio alla scadenza esatta, che meriterebbe un discorso a parte, perché per calcolarla con precisione serve una laurea :-) Ma prima… bisogna far scadere la Naviga3 “Più”, dopodiché bisogna ricordarsi che l’attivazione della Naviga3 “normale” parte dal giorno successivo a quello dell’attivazione (e sono praticamente certo che non si può attivare la Naviga3 se la Naviga3 Più è ancora attiva) e poi sarebbe meglio lasciare il rinnovo automatico… almeno se uno utilizza sicuramente la USIM per collegarsi a Internet, perché altrimenti c’è il rischio di “bucare” il rinnovo e di restare “scoperti”.

USIM della TRE ricaricabili e addebiti
(6 Marzo 2008)

Domanda che ho fatto al negoziante: ma se si ha una ricaricabile e ti scade la Naviga3, o se superi i 50 Mega, si può andare anche in debito? In altre parole: il collegamento, dopo i 50 Mega, si interrompe subito oppure no?
Risposta: sì, si può essere in debito (che alcuni chiamano “credito negativo” … mah… mi pare un eufemismo ;-)
Domanda: fino a quanti euro?
Risposta: il collegamento si interrompe, ma ci può essere un debito fino a 10 euro.
Questo è quanto mi ha detto.

Ad ogni modo (o anzi: “proprio per questo”), emerge chiaramente il vantaggio della tariffa Super Web: 3 cent (o 10 cent quando scadrà la… ehm… “promozione”) a MegaByte se oltre la soglia dei 50 Mega, o se senza la Naviga3, invece che 60 cent… fate un po’ i vostri conti…

Super Web + Naviga3 : quale APN?
(16 Marzo 2008)

Potrebbe sorgere il seguente interrogativo: “ma… se sforo i 50 Mega della Naviga3 e la connessione resta attiva perché ho del credito residuo, affinché mi sia applicata la tariffazione della Super Web (3 cent o, dopo il 1° giugno, 10 cent per ciascun Mega di traffico) devo interrompere la connessione avviata con l’APN naviga.tre.it e riprendere a collegarmi con l’APN tre.it ?”
Più sopra, il box a sinistra intitolato “La questione degli APN” risponde al quesito.
In breve: l’APN è totalmente ininfluente; resterete connessi finché volete (e avete credito residuo), a prescindere dall’APN utilizzato, perché la tariffazione (sia essa quella a forfait conseguente all’applicazione della Naviga3, sia essa quella di pochi cent a MegaByte della Super Web) è posta in relazione con l’IMSI (l’identificativo univoco della USIM).

FAQ: Naviga3, APN da usare e tariffazione del traffico eccedente la soglia di 50 Mega giornalieri
(16 Marzo 2008)

===>>> PREMESSA: l’APN “tre.it” va bene anche se hai la Naviga3 <<<===

(tre.it è l’APN che funziona con tutte le USIM: “va bene” significa che non solo funziona, me che se lo chiami con una USIM sulla quale sia attiva la Naviga3, la tariffazione applicata sarà quella della Naviga3)

DOMANDA: E se si superano i 50 Mega giornalieri? La connessione si interrompe?

RISPOSTA: No finché hai credito residuo.

DOMANDA: Che tariffazione ti viene applicata per il traffico che supera la soglia dei 50 Mega giornalieri?

RISPOSTA: Quella prevista dal tuo Piano Tariffario. Se hai la Super Web pagherai 3 cent per ogni Mega in eccesso (3 cent adesso perché è in promozione, ma dopo il 1° Giugno dovrebbero diventare 10 cent). Se invece hai un altro Piano Tariffario, pagherai 60 cent per ciascun Mega eccedente.
Tutto ciò vale a prescindere dall’APN.

RICAPITOLANDO: Se hai chiesto l’attivazione della Naviga3, prima dell’attivazione effettiva (che parte dalle ore 00:00 del giorno successivo alla richiesta di attivazione) puoi accedere a Internet solo via APN “tre.it”, mentre dopo l’attivazione effettiva non devi necessariamente usare l’APN “naviga.tre.it”, ma puoi collegarti anche via “tre.it”. E’ il sistema di gestione della USIM e di calcolo del credito residuo (o del debito, visto che è possibile che il credito “vada in negativo”: vedi, più sopra, “USIM della TRE ricaricabili e addebiti”) che provvede a calcolare il credito residuo in base alla tariffa da applicare e lo fa in relazione alla USIM che hai inserito nel device che utilizzi, a prescindere dall’APN utilizzato.

Internet Day “senza limiti”
(23 Febbraio 2008)

Da metà Febbraio la Vodafone ha messo sul mercato una nuova tariffa: la “Internet Day senza limiti”.
La si trova pubblicizzata, in giro, con frasi del tipo “5 euro per un giorno intero di navigazione, senza limiti di traffico”.
Ho pensato: hey, è quello che fa per me! come connessione di backup nei casi in cui non posso navigare in Internet con la mia Naviga3 della TRE a causa di disservizi (dai primi di febbraio ad oggi si sono verificati in 3 occasioni: per alcune ore blocco della navigazione).
In fondo, con la Vodafone, senza alcuna “opzione Internet” attivata (tipo la “100 ore in libertà”), 1 ora di navigazione viene a costare 4 euro e 50 cent (cioè: 1 euro a sessione di 15 minuti + 50 cent all’atto della connessione). Quindi, ho pensato, attivandola (l’attivazione è gratuita) posso navigare quanto mi pare e dopo poco più di 1 ora inizia ad esserci la convenienza. Beh… questo è vero, MA FINO A UN CERTO PUNTO. Cioè? Quale punto? Dove sta l’inghippo?
Sta nel fatto che, come precisato nel sito della Vodafone, ma –mi pare– non detto nelle news che, altrove in Internet, annunciano la cosa, la tariffa di 5 euro viene attivata applicata SOLTANTO ALLA PRIMA CONNESSIONE. Dunque, può essere conveniente, sì, ma può anche non esserlo. Se, per esempio si fanno i seguenti accessi a Internet:
5 minuti (prima connessione)
10 minuti (seconda connessione)
30 minuti (terza connessione)
———- senza la Internet Day si paga…
1,5 euro
+ 1,5 euro
+ 2,5 euro
——–
cioè 5,5 euro
———- mentre CON la Internet Day si paga…
5 euro
+ 1,5 euro
+ 2,5 euro
———-
cioè 9 euro

INSOMMA, se ho ragione, la Internet Day conviene se uno si collega una volta, resta connesso parecchio tempo, dopodiché smette di fare altri collegamenti.

Commenti

commenti


I commenti all'articolo

34 commenti for “Quale tariffa per navigare in rete? Consigli e dritte per scegliere al meglio”

  1. Un saluto a 5m33 che posta per la prima volta sul blog di Liberailvoip! Complimenti per l’articolo, veramente preciso ed analitico in ogni particolare, e un onore poterlo ospitare qui “a casa nostra”.

    Quanti volessero seguire l’esempio di 5m33 non hanno che da contattarmi, la famiglia è grande e c’e’ spazio per l’opinione di tutti.
    ciao
    Skumpic

    Commentato da skumpic | febbraio 22, 2008, 16:41 |
  2. Ciao, innanzitutto grande blog!!
    volevo chiederti un consiglio/parere: utilizzo un nokia 6630 con sim tim e tariffa web facile recharge (lo uso solo per la navigazione). Mi chiedevo se fosse possibile utilizzarlo con la usim 3 e sfruttare la tariffa naviga 3 che mi sembra molto più conveniente. Questo per poter sfruttare anche il telefonino da solo senza collegarlo al pc.
    grazie mille!!

    Commentato da sfigattina | febbraio 22, 2008, 19:54 |
  3. @sfigattina
    Si può fare tranquillamente.Basta farsi mandare dall’operatore le configurazioni di rete per naviga 3
    ciao
    Skumpic

    Commentato da skumpic | febbraio 23, 2008, 08:55 |
  4. Grazie!!

    Commentato da sfigattina | febbraio 23, 2008, 13:25 |
  5. Eccomi di nuovo. Sono andata a leggermi la tariffa Naviga 3 sul sito praticamente se si usa solo il telefonino non rientra nell’offerta e si spendono tipo 60 cent per MB.. invece mi era sembrato di capire che tu lo usi anche così, o sbaglio?

    Commentato da sfigattina | febbraio 23, 2008, 13:47 |
  6. Basta impostare apn: naviga.tre.it

    Commentato da skumpic | febbraio 23, 2008, 14:41 |
  7. Su Punto Informatico c’è un video (pubblicato Domenica scorsa) che parla di FLAT sul cellulare e fa qualche cenno anche alle opzioni “traffico dati” (associata al video c’è anche una discussione –forum– in corso):

    http://video.punto-informatico.it/b.aspx?v=BypGoe5ItlY=

    Commentato da 5m33 | febbraio 26, 2008, 10:15 |
  8. QUESTO COMMENTO E’ STATO INTEGRATO NEL POST: vedi “La tariffa “Super Web” unita all’opzione “Naviga3″ della TRE
    (17 Marzo 2008)

    Commentato da 5m33 | marzo 6, 2008, 09:47 |
  9. QUESTO COMMENTO E’ STATO INTEGRATO NEL POST: vedi “Super Web + Naviga3 : quale APN ?
    (17 Marzo 2008)

    Commentato da 5m33 | marzo 16, 2008, 23:30 |
  10. grazie,adesso ho le idee più chiare.ciao

    Commentato da gianni | marzo 17, 2008, 22:24 |
  11. ciao! grande ed esplicativo articolo soprattutto per un ignorante come me!
    domanda:
    ho acquistato telefono in promozione di tre da usare come modem ma non mi sono date info circa i contatori del traffico internet. esistono? come faccio a capire se sto superando i 50 mb al giorno?

    Commentato da xona | marzo 29, 2008, 18:46 |
  12. @ xona

    Sì, il contatore di traffico accessibile on-line esiste eccome e, se appunto usi un telefonino, il vantaggio di usare quello rispetto a un altro integrato nel software per PC è che, ovviamente, prende in considerazione tanto il traffico effettuato accedendo a Internet direttamente col telefonino, quanto quello svolto usando il telefonino come modem collegato al PC.

    Per raggiungere il contatore on-line direttamente, vai qui:
    http://www.tre.it/selfcare/areaclienti133/4552_soglie_ITA_LOGGED.xsl

    E’ una pagina raggiungibile dalla sezione “Info Costi” del menu “Area Clienti 133″
    ( http://www.tre.it/selfcare/areaclienti133/4552_infoCosti_ITA_HTML.xsl
    e poi “Visualizza soglie” in fondo alla pagina)

    Ah, dimenticavo: per usare i servizi on-line devi registrarti
    ( http://www.tre.it/selfcare/areaclienti133/4676_registration_ITA_HTML.xsl )

    Nota Bene
    A 50 MB il contatore on-line si ferma, quindi per sapere di quanto stai superando la soglia devi necessariamente usare un software, o uno script, che monitori il traffico (è da considerare sia quello in entrata, sia quello in uscita) sul device che usi: il telefonino ne ha uno proprio, mentre usando il PC puoi ricorrere a uno script apposito che monitori il traffico TCP/IP, così come a un’apposita funzione del software utilizzato per la connessione a Internet.

    Commentato da 5m33 | marzo 29, 2008, 20:41 |
  13. ciao!io ho un pc windows vista . . .volevo sapere il procedimento piu facile per configurare una usim 3 inserita in un videotelefonino samsung sgh-z720v per navigare su internet. . .?grazie

    Commentato da alex | aprile 24, 2008, 22:53 |
  14. @ Alex
    ——

    Beh… procedimento più facile… forse sarebbe quello di farsi mandare dalla stessa TRE un SMS che configura il telefonino in automatico (è una procedura che si può attivare dal sito Web, o anche dal telefonino), sempre che, nel tuo caso, il modello del Samsung sia presente nel sito della TRE.
    Io però sono sempre piuttosto allergico rispetto ad automatismi di configurazione, per cui direi che, trattandosi di settare due o tre parametri, puoi farlo benissimo da solo, “a mano”, cioè agendo dai menu di configurazione del tuo telefono: devi inserire l’APN corretto (sceglilo opportunamente fra quelli indicati nel mio articolo) ed escludere il dual mode per evitare il roaming (a meno che la tua zona non sia coperta molto male dalla TRE e che tu sia disposto a supplire a questo pagando il traffico in roaming).
    Se usi il telefonino per scaricare la posta ci sono anche altri parametri, banali, da settare; altrimenti, se lo usi come modem per il PC, penso che queste indicazioni possano bastare.

    Commentato da 5m33 | aprile 27, 2008, 23:43 |
  15. ciao a tutti!!io ho attivato l’opzione naviga 3 l’altro giorno!a mezzanotte mi è stata attivata!ho provato ad effettuare il collegamento con “fast mobile 3 modem”ma cliccando su “connetti” non mi esce la schermata di scelta tra “opzione naviga 3″ e “tariffa base”(ciò ke invece esce a 2 miei amici ke l’hanno attivata il mese scorso!!)a me esce una schermata con su scritto”per la navigazione in configurazione dual-box è previsto una tarrifazione sulla base del volume di dati scambiati…ecc…ecc…”perke a me non esce l’opzione naviga 3?sul cel ho visto..e la promozione è attiva!!!cosa posso fare?????possibile ke non esiste un operatore telefonico alla 3????

    Commentato da valentina | maggio 28, 2008, 01:05 |
  16. @ valentina
    ————

    > ho attivato l’opzione naviga 3 l’altro giorno!a mezzanotte mi è stata attivata!

    … dunque avrai ricevuto l’ sms della tre che informa che l’opzione “naviga tre” viene attivata dalla mezzanotte.

    > sul cel ho visto..e la promozione è attiva!!!

    sul cellulare… cioè? in che modo?

    se chiami il 4321 (e poi digiti 3 e poi 2 per la navigazione nei menu), vieni informata sulle opzioni attive sulla tua usim.

    se hai registrato un account sul sito della tre per usufruire dei servizi on-line, puoi vedere, nell’ “area clienti 133″, anche la data di scadenza dell’opzione naviga tre e disattivarne, se vuoi, il rinnovo automatico (personalmente l’ho lasciato, perché per chi usa davvero l’opzione, che ha scadenza mensile o settimanale, mi pare molto utile).

    non uso il programma “fast mobile” della tre (uso linux), ma… sei sicura che la configurazione che hai citato si chiami “dual box” e non “dual mode“?
    il “dual mode” è il settaggio che abilita il roaming e ti consiglio di disattivarlo, perché non è coperto dalla naviga tre ed è piuttosto costoso. sicuramente puoi fare questa operazione col programma “fast mobile”.

    so che è possibile parlare con un operatore del call center della tre, ma mi pare sia un servizio a pagamento.

    ipotesi: non è, per caso, che il “fast mobile” ti consenta di usare l’opzione naviga tre solo se hai disattivato il “dual mode”? ciò sarebbe a tua garanzia, per evitarti di navigare a pagamento senza che tu ne fossi consapevole.

    verifica un po’ queste cose e poi facci sapere. forse skumpic, o qualcun altro che legge, usa “fast mobile” e può entrare più nel dettaglio.

    ==> sul “dual mode” vedi, nell’articolo, il box blu a sinistra, intitolato “come evitare il roaming” (in sostanza: “fast mobile” provvede lui a gestirlo, senza bisogno delle stringhe di inizializzazione del modem che vedi indicate nel box; è anche possibile disattivarlo da un menu di configurazione del telefonino, ma non so se “fast mobile” “vuole” gestirlo “lui” autonomamente)

    ==> riguardo ai servizi on-line della tre, vedi, più sopra nei commenti, la risposta che ho dato a xona.

    Commentato da 5m33 | maggio 30, 2008, 16:54 |
  17. Cosa ne pensate della Alice Week a 2 euro alla settimana per 100 mb di traffico WAP via proxy?
    Dalle mie parti Tre non va alla grande, pessima copertura.
    Di fatto io l’Alice Week la uso su un pda dove poi condivido internet sul portatile, settando ovviamente il proxy per il browse. cosi è come avere una Web line
    anzi avete mica idea di come usare il voip sul wap? e’ possibile? per le telefonate voip i provider non si registrano

    pda HTC tytn Wm6

    Commentato da bbx | maggio 30, 2008, 23:27 |
  18. ciao bbx,
    sinceramente non mi sono trovato mai particolarmente bene con la connessione wap(che utilizzavo anche io in “situazioni d’emergenza”). E’ un protocollo troppo limitativo. L’ ideale sarebbe attivarsi un proxy domestico e poi connettersi con il pda o il portatile direttamente al proprio proxy in modo da “saltare” i filtri a monte che impongono i gestori (il proxy di tim, cosi come quello di altri operatori filtra i contenuti).
    Per il voip in linea di massima vale lo stesso principio, con l’aggravante che i client sip non permettono di specificare sip proxy, quindi sarebbe da capire se è possibile settare un proxy “generale” per tutto il sistema

    Commentato da skumpic | maggio 31, 2008, 11:06 |
  19. vorrei segnalare una petizione per protestare contro le tariffe rese note da Tim e Vodafone per l’iPhone:
    http://www.iphoneaffossato.com/

    Commentato da marcodom | luglio 5, 2008, 12:47 |
  20. perche’ non esce una nuova compagnia telefonica che offre gratis internet ???

    Commentato da david lamanna | luglio 18, 2008, 20:06 |
  21. Ciao e grazie per tutte le utili informazioni.
    Dove abito io, l’unica possibilità per connettersi è con 3 e relativa chiavetta.
    Già altri utenti la usano e funziona.
    Volevo chiederti se è possibile:
    acquistare “Huawei
    E169G” con “Ricaricabile dati
    SuperWeb”.
    Costerebbe solo 10 euro al mese di ricaricabile e zero euro la chiavetta in comodato…

    Ma sarebbe possibile attivare sulla stessa USIM la tariffa Naviga3 e utilizzare dunque il credito della stessa USIM? Quindi sfruttare il credito mensile (10euro) con tariffa Naviga3?

    E’ possibile utilizzare sulla chiavetta in comodato una nuova scheda3 per attivare Naviga3…oppure è meglio prendere una chiavetta “libera” a 149euro e comprare una USIM 3 Nuova con piano tariffario Naviga3?

    Quante domande! :-D Scusami è per non incappare in certi erroracci. Grazie Mille.

    Commentato da Dome | novembre 3, 2008, 16:52 |
  22. ciao Dome,
    la chiavetta della h3g dovrebbe essere utilizzabile con qualunque sim.
    Non penso si possano attivare contemporaneamente sulla stessa sim Naviga3 e SuperWeb (ma forse è meglio che per questo secondo punto tu chieda maggiori chiarimenti all’assistenza TRE)

    ciao

    Commentato da skumpic | novembre 4, 2008, 14:20 |
  23. Grazie Mille.
    Ho visto la tariffa Tre Dati Time.
    In teoria offre 100 ore a 19cents all’ ora. Non mi sembra malaccio rispetto alle altre. Certo sarò vincolato… ma finchè non ci sarà una flat…pazienza.
    Tu come la vedi?
    Grazie ancora ;-)

    Commentato da Dome | novembre 4, 2008, 15:40 |
  24. ciao Dome, a me della TRE piace molto l’offerta Yahoo Internet Key.
    La sto valutando da un pò di tempo ma devo ancora prendere una decisione (non amo molto essere vincolato per lungo periodo)

    Commentato da skumpic | novembre 4, 2008, 15:55 |
  25. Ciao skumpic direi che di pc ed altro ne capisci un bel pò, complimentoni, e quindi colgo l’occasione di chiederti qualcosina in riguardo alle chavette e le relative tariffe.
    Io da un annetto e + ho la tariffa della wind da 20 euro al mese che mi fa “navigare fino ad 8ooo euro al mese pari a circa 2,5 GB di traffico gratuito”(lo preso dal depliant della wind questo scritto tra le virgolette) mi trovo benissimo con i costi se non fosse per la velocità di navigazione che è 115.2 kbps con il mio cellulare un sony ericsson k610im una vera skifezza, quindi ti volevo chiedere gentilmente se potevi consigliarmi qualche gestore telefonico di questi con le chiavette che mi potesse offrire al modico prezzo di 20 euro al mese una adeguata velocità di navigazione anche per scaricare qualche film ecc ecc. Ho notato la tariffa della 3 da 19 euro ma sono un po vincolato dal fatto che dovrò stipulare il contratto di almeno un anno anche perchè quasi sicuramente a gennaio andro a lavorare a londra(e poi chi lo paga st’abbonamento???). per piacere sto impazzendo!!!! grazie in anticipo ah se vuoi puoi aggiungerti ai miei contatti msn così possiamo parlarne anche lì. cmq aspetto una tua rispostona a presto!!!

    Commentato da Lorenzo | novembre 13, 2008, 18:18 |
  26. @Lorenzo
    Tutte le offerte in cui viene consegnato al cliente un modem (chiavetta o altro) prevedono il vincolo contrattuale di 12-24 mesi a seconda del gestore. Se a Gennaio vai a vivere a Londra il mio consiglio e di “tenere duro” con wind ancora per un mese e mezzo

    ciao

    Commentato da skumpic | novembre 13, 2008, 18:35 |
  27. ciao skumpic e grazie per esserti reso disponibile, sai nn c avevo pensato di fare ancora un altro sforzo di un mesetto con la wind, ma mi kiedevo però cmq io a londra resterò per un paio di mesetti per imparare la lingua ma al mio ritorno??? che tariffa devo applicare e sopratutto cn che gestore??? ahhh toglimi una curiosità ma la velocità di connessione dipende dalla kiavetta oppure anche in base alla copertura di rete??? perchè la negoziante della tre mi dice che dipende dalla chavetta invece il mio tecnico del pc mi dice che tanto le chiavette sono tt uguali e ke dipende solo dalla copertura!!!!!(premetto che abito a salerno) AIUTOOOOOO!!!!! Skumpic salvami tuuuu!!!! (premetto che abito a salerno, ti ringrazio in anticipo per la tua risposta a presto

    Commentato da Lorenzo | novembre 14, 2008, 15:17 |
  28. Non so come ringraziarvi per l’articolo di marzo 2008 che per me è stato una rivelazione, dopo essermi reso conto che i siti delle 4 sorelle sono inattendibili. Vi chiedo se alla data di oggi (2 gennaio 2009) la formula Nokia 6120 connesso USB a portatile, USIM voce + dati, opzione naviga 3, è ancora praticabile e interessante (tenete conto che uso una Mega 1500 di Wind: 1/2 Giga/mese a 8 Euro, condannato spesso al GPRS).
    Sono pienamente daccordo sul fatto che sono da evitare le Internet Key, trappoloni gestiti dai gestori con la logica “i tuoi soldi e la mia testa”, mentre un cellulare a banda larga offre molte possibilità di monitorare la connessione e gestire i punti di accesso. Credo che Internet mobile via PC sia il modo più sensato per navigare e spero, col vostro aiuto, che possa finire il medioevo tariffario in Italia. Germano Zanzani

    Commentato da Germano Zanzani | gennaio 2, 2009, 23:49 |
  29. @Germano Zanzani
    La soluzione resta interessante e praticabile. Ad oggi se non si vuole rimanere legati con un operatore per 24 mesi penso che le offerte migliori siano quelle proposte da h3g e wind.

    In linea di massima la rete h3g offre prestazioni migliori rispetto a quella wind (che in generale ha una copertura umts/hsdpa meno estesa) ma è necessario accertarsi di non “finire” mai in roaming su rete tim

    Commentato da skumpic | gennaio 8, 2009, 15:13 |
  30. Caro Skumpic, ho visto che è possibile acquistare a prezzi molto bassi (intorno a 50 Euro)la Internet Key Huawei E180/K3715, che fra pochi giorni sarà anche distribuita da Vodfone in offerta ai possessori di schede ricaricabili. Domanda: posso mettere su quella key una normale scheda ricaricabile Wind per voce + dati che tengo sul vecchio Nokia 6120 che uso come modem? In altre parole: la Huawei E180/K3715 è conannata a contenere una SIM Vodafone e condannata ad un certo contratto, oppure lavora come un cellulare, ovviamente senza fonia (in realtà nella scheda tecnica dicono che appena pluggata installa un’interfaccia che consente, attraverso il PC, diverse funzioni da cellulare, tipo sms e mms. Grazie anche per la precedente risposta. GZ

    Commentato da Germano Zanzani | gennaio 17, 2009, 21:41 |
  31. [...] (se necessitate di un’aiuto per scegliere quella che meglio risponde alle vostre esigenze questo articolo vi potrebbe [...]

    Commentato da Ubuntu How-To: controllo soglia Naviga 3 con Network Manager | Libera il VoIP | | aprile 8, 2009, 02:16 |
  32. [...] Quale tariffa per navigare in rete? Consigli e dritte per scegliere al meglio (31) [...]

    Commentato da Sblocca il tuo cellulare, chiavetta usb, modem impostando il corretto punto … « R&M Project | maggio 18, 2009, 09:51 |
  33. Ok devo dire che la 3 ha delle ottime tariffe e di qeusto sono felice.
    Un po’ meno per la disponibilità della copertura che a volte fa qualche buco…
    Ho attivato l’opzione naviga3 navigo anche io col mio nokia 6120 da piu di un anno senza troppi problemi.
    L’unio è forse la velocità
    Ho alcuni quesiti in merito:
    1) se cambio il mio cell e mi prendo uno della samsung che “viaggia” a 7M anzichè ai 3,6 del nokia è fattibile lo oppure la sim della 3 non accede ad altri telefoni?
    2) la USIM della 3 se la tolgo dal nokia 6120 mi funziona su una chiavetta sempre della 3 oppure no? In questo modo utilizzerei una chiavetta senza cambiare tariffe e piani.

    Commentato da ale | giugno 17, 2009, 14:41 |
    • ciao Ale,
      1- si è fattibile, ma dubito tu possa beneficiare di qualche reale vantaggio: le velocità effettive della rete sono ancora piuttosto distanti da quelle dichiarate.
      2- si la puoi utilizzare anche su di una chiavetta senza problemi (a meno che la stessa non sia sim-locked)

      Commentato da skumpic | giugno 17, 2009, 17:15 |

Lascia un commento

Devi essere autenticato per lasciare un commento.