// Stai leggendo ...

Hardware

E alla fine violarono anche il firmware dell’ Iphone (non il semplice jailbreak)

iphoneinterface.jpgA soli 2 giorni dal rilascio del SDK di sviluppo a Cupertino si ritrovano una “bella gatta da pelare”: un team di hacker afferma di essere riuscito a patchare il nuovo firmware 1.2.0 (in uscita a giugno) rendendo di fatto il “malafonino” un cellulare completamente “debranded”. Libertà di rete e di applicazione….


Non c’e’ che dire, se la notizia fosse confermata si tratterebbe certamente di una “breaking news”: grazie alla scoperta di un exploit di basso livello nel bootloader dell’ Iphone e dell’ Ipod Touch un gruppo di hacker è riuscita a violare il nuovo firmware 1.2.0.

Il bug, spiegato in dettaglio alla homepage del progetto Pwnage, permetterà a tutti i possessori del cellulare della “mela” di caricare qualunque tipo di applicativo, sia ufficiale che non non “firmato” da Apple, e di utilizzare il proprio apparecchio con qualunque gestore di telefonia (nel video viene utilizzato su rete T-Mobile).

A detta degli hackers il bug non potrà essere facilmente corretto dagli sviluppatori di Cupertino.

“the hacked 1.2 firmware works with anything. AT&T and others, it’s pwned. And Apple will not really be able to patch it this time… somehow :-)”

Insomma molto più di un semplice Jailbreak, dal momento che si tratta di una vera e propria personalizzazione del firmware che rende completamente “sbrandizzato” e sbloccato il telefono.

Per altri video e foto del “gioiello” in azione fate riferimento a questo link

Commenti

commenti


I commenti all'articolo

Non ci sono ancora commenti for “E alla fine violarono anche il firmware dell’ Iphone (non il semplice jailbreak)”

Lascia un commento

Devi essere autenticato per lasciare un commento.