// Stai leggendo ...

Saranno Famosi

Sbarca la versione 6 del centralino windows based 3CX

In anteprima annunciamo il rilascio da parte di Nick Galea e soci della nuova versione (la 6.0) del centralino windows based 3CX. 10 nuove funzioni sviluppate in meno di 20 settimane per colmare definitivamente il gap con le soluzioni Asterisk based ed attrarre nuovi utenti pro ed alle prime armi. Tra le maggiori novità la possibilità di virtualizzare il pbx in ambiente windows server ed il controllo BLF per le lampade luminose dei telefoni IP business.


A meno di 20 settimane dal rilascio della precedente versione (la 5.1 di cui abbiamo anticipato le principali novità in questo articolo) gli sviluppatori a capo del progetto 3CX rilasciano una nuova “main release” del proprio centralino “windows based”.

La versione 6 del pbx è caratterizzata da 10 nuove funzioni con le quali il gap da Asterisk (il principale competitor nonchè punto di riferimento) risulta ulteriormente ridotto (NB: grassetto mio):

1.   Servizio di conferenza audio – fino a 32 partecipanti
2.   Supporto per Windows 2008 server – esegui il PBX virtualizzato
3.   Radio avviso – Gruppi di radio avviso per inviare messaggi vocali
4.   Citofono – con audio in entrambe le direzioni
5.   Supporto per i gateway Vegastream  (Patton & Audiocode sono già supportati)
6.   Migliorata interoperabilità SIP – supporto addizionale per molti provider VOIP internazionali e telefoni SIP
7.   Approvvigionamento BLF – approvvigionamento automatico delle luci (BLF) indicanti lo stato degli interni sui telefoni
8.   Approvvigionamento della rubrica telefonica – elenca tutti gli interni e permette aggiunte personalizzate
9.   Fax – 3CX fax server permette all’intera compagnia di inviare  e ricevere fax
10. Estensione delle API HTTP – possibilità di abilitare/disabilitare la registrazione della chiamata, disabilitare un interno e disabilitare le chiamate verso i numeri esterni per un interno

Come vedete si tratta di funzionalità abbastanza comuni e normalmente richieste da molti utenti nei vari forum; funzioni che però attualmente Asterisk non gestisce nativamente rendendo di fatto abbastanza laboriosa la prima installazione e configurazione del noto centralino opensource.

In particolare vi segnalo l’aggiunta del supporto a Windows 2008 Server, che permetterà alle aziende di virtualizzare il PBX in modo da non dover dedicare una macchina fisica al centralino, e l’aggiunta del approvigionamento BLF, per la gestione delle lampade di segnalazione (interno occupato, in comunicazione, DND…) presenti sulla quasi totalità dei telefoni IP business.

La possibilità di virtualizzare il PBX in particolar modo fa venir meno l’unica nota negativa che avevo avuto modo di sottolineare durante la nostra “recensione e prova su strada”:

Quanto alle note negative invece mi permetto di notare l’assenza di hardware dedicato (che è esclusivamente sviluppato per soluzioni asterisk based) e proprio l’adozione di windows, che, se può essere un vantaggio in piccole installazioni soho o domestiche, si rileva una spada di Damocle in installazioni di più grandi dimensioni (ogni server infatti dovrà girare con una copia licenziata di windows, mentre linux è completamente gratuito)


Inutile sottolineare come da quel 15 aprile di un anno fa Nick Galea e soci abbiano fatto passi da gigante, garantendo uno sviluppo costante e l’aggiunta continua di funzioni alla propria creatura, tanto che oggi si può tranquillamente affermare che la soluzione 3CX sia realmente uno dei punti di riferimento per quanto attiene la velocità e semplicità d’uso e configurazione.

Grazie al manuale realmente monumentale (è molto completo, corredato da molti screenshot e perfettamente tradotto in italiano) e alla incrementata compatibilità con molti gateway e ATA (3CX essendo una soluzione windows based non è compatibile con le normali schede hardware montate su PBX Asterisk) questo centralino oggi risulta adatto a tutte le tasche (per una panoramica delle versioni commerciali vi rimando al sito del progetto mentre la versione FREE è liberamente scaricabile da qui) ed è certamente una soluzione adatta tanto all’installatore professionista quanto alla piccola azienda alle “prime armi” con il voip.

Come ebbi modo di dire un anno fa:

Nel complesso dunque certamente un prodotto interessante e ben costruito, che porta una ventata di freschezza in un panorama dominato dalle applicazioni Asterisk based.
Si merita certo di finire tra i progetti che seguo

Link all’annuncio ufficiale

Commenti

commenti


I commenti all'articolo

Non ci sono ancora commenti for “Sbarca la versione 6 del centralino windows based 3CX”

Lascia un commento

Devi essere autenticato per lasciare un commento.