// Stai leggendo ...

LiberailVoip

Liberailvoip: cominciata la sperimentazione di INUM

Dopo averne scritto e recensito le potenzialità qui nel blog, annunciamo di aver cominciato l’integrazione e la sperimentazione delle numerazioni INUM in Liberailvoip (è molto probabilmente in questo siamo i primi in Italia): progetto interessantissimo per la creazione di un numero di telefono universale capace di “seguirci ovunque”. Andiamo alla scoperta degli scenari futuri che si potrebbero realizzare!



Ne abbiamo già scritto in precedenza, definendolo una delle idee più interessanti ed innovative del settore e che maggiormente avrebbe potuto modificare il nostro modo di comunicare, ed ora stiamo cominciando a testarlo e ad integrarlo in Liberailvoip.

Parliamo di INUM, “one number for the world”, il primo esperimento per la creazione di un numero di telefono globale, non legato ad alcuna realtà territoriale, accessibile sempre ed ovunque a costi contenuti. In breve, l’anello mancante tra voip e “mondo reale”, strumento essenziale per la promozione di un ulteriore abbattimento dei costi di comunicazione e per l’ interconnessione “trasparente” dei diversi operatori del mercato.

Grazie ad INUM, infatti, potremo finalmente disporre di un unico piano di numerazione a 12 cifre (+883 123 456 789 123) accessibile da qualunque parte del mondo ( il prefisso +883 è infatti ufficialmente riconosciuto da ITU) e comune a tutti i provider voip che ne facciano richiesta: questo per l’utente finale significa fine degli odiosi costi di interconnessione tra operatori (per fare un esempio banale se dal mio account Eutelia chiamo un altro account della medesima compagnia la chiamata è completamente gratuita, se invece il numero digitato appartiene agli archi di Messagenet mi viene tariffata da listino) e disponibilità di un numero di telefono capace di “seguirci ovunque”. Non essendo legato ad alcuna realtà territoriale infatti fa si che possa anche essere superato il concetto di telefonata internazionale, nazionale o locale.

Traditional phone numbers are tied to a particular country, or even a particular city, so when you move to another country you need to get a new number from a new supplier.
iNum numbers however do not have this limitation and you can therefore keep your iNum wherever you go in the world. You will always be reachable on the same number for the rest of your life.


I numeri +883 sono infatti raggiungibili tramite la rete degli operatori partner, alcuni numeri di accesso geografico, nonché di un numero crescente di operatori di telefonia tradizionale. Le chiamate da INUM a INUM sono completamente gratuite.

La sperimentazione iniziata da Voxbone, l’assegnatario delle numerazioni +883, sta coinvolgendo alcuni tra i maggiori competitors del settore: Gizmo, Jajah, Thruphone, Ribbit, Rebtel, Voipuser, Voxalot, tanto per citarne alcuni.

E’ quindi con una punta di orgoglio che possiamo “vantare” di essere i primi “operatori” del nostro paese ad aver intrapreso questa avventura, che visto il peso ed il calibro delle parti in gioco si preannuncia come molto stimolante, positiva ed i cui benefici speriamo di essere in grado di riversare completamente agli utenti di Liberailvoip. Un servizio esclusivo, per rendere ancora più vantaggiosa la partecipazione alla nostra comunità ! e tener fede alla nostra “mission”, tutta riassunta nel nome del dominio :P

Attualmente disponiamo di un migliaio di numerazioni, dobbiamo ancora stabilire criteri e metodi per l’assegnazione, tornate quindi a trovarci !!

Commenti

commenti


I commenti all'articolo

33 commenti for “Liberailvoip: cominciata la sperimentazione di INUM”

  1. E’possibile già da oggi ottenere un Inum, credo gratis. Basta registrarsi a Gizmo ed utilizzare (parte) dell’ID assegnato come INUM.
    Basta sostituire 174 con +8835100 ed ottenere 12 cifre: es. 174xxxxxxxx con +883 5100 xxxxxxxx.
    Complimenti a LIV!
    Avanti così

    Commentato da gennaro1949 | dicembre 11, 2008, 15:48 |
  2. non vedo l’ora, grazie.

    Commentato da bbx | dicembre 11, 2008, 22:36 |
  3. Ottima cosa. Andate avanti in questa idea. E’ ottima. Se ci fosse bisogno di contribuire con qualche cosa c’è la disponibilità.

    Commentato da Daniele | dicembre 12, 2008, 18:25 |
  4. Moooolto interessante, aspetto gli sviluppi

    Commentato da Tiziano | dicembre 12, 2008, 18:25 |
  5. Scusate l’ignoranza, ma come si comportano gli iNum con i telefoni fissi? Possono essere raggiunti e se sì a che costi, dato che sono completamente slegati dal territorio?

    Commentato da Luca | dicembre 12, 2008, 18:37 |
  6. Mi sembra che alcuni operatori tradizionali (come TI) ancora non sanno che pesci pigliare.Allo stato non li riconoscono.

    Commentato da gennaro1949 | dicembre 12, 2008, 19:05 |
  7. Che bisogna fare?

    Commentato da Matteo | dicembre 12, 2008, 19:17 |
  8. Sarebbe una stupenda cosa. Io lavoro in Italia, Svizzera e Germania. Gestire tutti questi numeri è un impegno e tuttavia non sono sempre raggiungibile.

    Commentato da Manfred | dicembre 12, 2008, 19:43 |
  9. A me il numero +883 007 007 007 007 chiamatemi pure Bond, James per gli amici…
    Hii!!! Hii!! Hii!!!

    Aspettiamo curiosi…

    Commentato da Gennaro.Troise | dicembre 12, 2008, 20:03 |
  10. Non vedo l’ora di poter testare questa cosa… grandissimi.

    Commentato da Federico | dicembre 12, 2008, 23:10 |
  11. dal link inum: (13-12-2008)

    iNum providers

    iNum numbers are not yet publicly available but it is only a matter of days before the first iNum providers start allocating numbers.

    We are building a comprehensive list of services that supply iNum numbers to the public, and this list will be added to this page shortly.

    If you would like to receive a notification as soon as this page is live please enter your email address:

    Commentato da Stefano | dicembre 13, 2008, 00:27 |
  12. … la cosa più importante al momento sono i costi che si hanno per ricevere telefonate o fare telefonate. Saranno paragonabili alle urbane? O internazionali? Grazie e continuerò come fidato utilizzatore LIV!

    Commentato da Emanuele | dicembre 13, 2008, 00:48 |
  13. @Tutti
    Inum ovviamente non sarà un esclusiva di Liv (magari:P), ci sono atri provider che li stanno sperimentando e se non vorrete utilizzare il nostro servizio vi sarà certamente qualcun altro ad offrire tali numerazioni.

    Il vantaggio di utilizzare LIV è (o potrebbe essere) quello di abbinare tali numeri ad un centralino, rendendolo quindi maggiormente flessibile rispetto a quanto potrebbe offrire un provider “tradizionale”.

    Ne parlavo oggi con Michele: potenzialmente il voip cambierà il nostro modo di comunicare, se ci si focalizza solo sul fattore monetario (quanto risparmio) si finisce per pensarlo come un discoun telefonico e si coglie (a mio avviso) solo parte della questione.

    Sui costi di terminazione non si sa ancora nulla.Dovrebbero essere tariffate come internazionali, ma questo in massima parte dipende dall’operatore nazionale che gestisce l’interconnessione.
    Per ora non sembrerebbero raggiungibili da TI. Tenete però in considerazione che il tutto è nato da poco e che comunque già veder sparire i costi di interconnessione tra diversi provider voip a mio modo di vedere non è poco

    Commentato da skumpic | dicembre 13, 2008, 01:39 |
  14. Concordo pienamente.
    Al momento è stupido dover pagare per chiamare altri numeri voip.

    Commentato da Federico | dicembre 13, 2008, 12:21 |
  15. Non c’è dubbio che l’adozione dei numeri INUM significhi un ulteriore e sostanziale passo in avanti per la telefonia ed il voip in particolare.
    Credo che siano chiari a tutti i vantaggi che ci sarebbero se Liberailvoip decidess di proseguire questa strada ! Mi auguro che i responsabili di LIV abbiano il tempo e la voglia di proseguire in tal senso. Dal canto mio, mi dichiaro disponibile, qualora ve ne fosse bisogno, a contribuire nei modi di volta in volta necessari.

    Commentato da Luciano - lunico | dicembre 13, 2008, 14:47 |
  16. E’ molto interessante, ho molti contatti all’estero ed ho notato sul sito (www.inum.net) che hanno creato una serie di numeri telefonici, nelle varie nazioni, per essere chiamati su INUM a tariffe locali.

    Quando sarà possibile utilizzarlo con LIBERAILVOIP ?

    Commentato da nicnew | dicembre 13, 2008, 15:44 |
  17. Ottima idea. io vivo in Francia e avere un solo numero da usare ovunque mi farebbe molto comodo. Attendo con ansia la possibilità di poterlo avere.

    Commentato da Andrea | dicembre 13, 2008, 19:02 |
  18. @Tutti
    La fase di sperimentazione è in corso. CI vuole pazienza, ci hanno attribuito le numerazioni non più presto di 4 giorni fa.
    Non dimenticate che LIV è un progetto amatoriale e si evolve ad una velocità proporzionale al tempo che abbiamo da dedicargli :)

    Commentato da skumpic | dicembre 13, 2008, 23:34 |
  19. Volevo solo far notare che +883 viene considerato da TUTTI gli operatori telefonici del mondo, come AREA 6, ovvero la stessa fascia di prezzo per le chiamate verso i satellitari. Se va bene saremo intorno ai 6-7 euro al minuto per chi ci chiamera’ su una numerazione INUM…

    Commentato da SuperTramp | dicembre 14, 2008, 05:19 |
  20. Accidenti se è così, va bene non farne solo una questione di prezzo, ma valutarlo come un cambiamento del modo di comunicare, ma così mi sembra comunque proprio fuori mercato !!!

    Commentato da flane | dicembre 14, 2008, 09:59 |
  21. Alcuni operatori, come messagenet, offre già chiamate gratuite verso altri operatori Voip.
    Ho cercato, tra i vari providers voip, qualcuno che fornisse numerazione INUM, ma non ne ho trovato alcuno.
    Rebetel, riporta a listino che le chiamate verso i numeri INUM, sono a costo 0!

    Commentato da Giorgio Tomelleri | dicembre 14, 2008, 10:54 |
  22. ciao a tutti,
    sto provando un Inum attribuito con un’applicazione evolution di vox*o .
    chiamo un numero ita con pref di Roma e poi digito Inum : macchinoso direi …. però così per gioco funzia!

    Commentato da dayton | dicembre 14, 2008, 10:54 |
  23. Il sistema e macchinoso e non unico :D
    Ma se mai riusciranno a fare numeri interessanti e di conseguenza avere dei costi di interconnessioni bassi sarà una cosa molto interessante

    Commentato da Michele | dicembre 14, 2008, 13:08 |
  24. @SuperTramp

    Non è esatto a quanto ne so io.
    Il prefisso +883 rientra nella zona 8 (Zona 8 – Asia Orientale e Servizi Speciali).
    Mi sembra la zona corretta dove inserire numerazioni non geografiche.
    Ad ogni modo concludere che il costo sarà equiparato alle chiamate ai satellitari iridium mi pare sinceramente troppo.

    In quella fascia ad esempio rientrano Giappone, Taiwan, Hong Kong, Laos e i satelliti Iridium, tutte destinazioni che a listino TI vengono tariffate in modo differente.

    Cuba ad esempio sebbene rientri in zona 5 è tariffata quasi 2 euro al min (se non ricordo male).

    Non aspettatevi chiamate a 2 cent al min (si ritorna alla nozione di voip come discount della fonia tradizionale ed utile solo per quello), rimane comunque un’internazionale per TI, ma, come detto da Michele, molto dipenderà da quante terminazioni INUM saranno in grado di attivare (l’interesse è proporzionale alla diffusione).

    Poi è evidente che la cosa non serva o interessi tutti (per quello chiedevamo consigli sull’assegnazione di queste numerazioni).

    Commentato da skumpic | dicembre 14, 2008, 17:22 |
  25. dai siamo ancora agli inizi son sicuro che man mano la cosa si evolverà in meglio ma già avere un numero globale è una comodità

    Commentato da Diablo | dicembre 14, 2008, 19:16 |
  26. Siamo solo agli inizi.
    Penso che ora sia molto comodo come metodo universale di comunicazione tra utenti voip, ma in futuro sarà una necessità tale numero e essere dei primi possessori non è da poco.
    Sicuramente i provider telefonici prima o poi saranno costretti ad abbassare i costi verso tali destinazioni.

    Commentato da StP | dicembre 19, 2008, 00:18 |
  27. ma quanto mi viene a costare una chiamata verso un numero inum da telefono fisso? come internazionale?
    tra inum e inum è gratuito?

    Commentato da Breme | dicembre 19, 2008, 10:28 |
  28. @Breme

    Non aspettatevi chiamate a 2 cent al min (si ritorna alla nozione di voip come discount della fonia tradizionale ed utile solo per quello), rimane comunque un’internazionale per TI, ma, come detto da Michele, molto dipenderà da quante terminazioni INUM saranno in grado di attivare (l’interesse è proporzionale alla diffusione).

    Commentato da skumpic | dicembre 19, 2008, 15:31 |
  29. abbiate pazienza ma io non ne colgo il vantaggio di questo 883

    io, per essere raggiungibile in tutto il mondo, ad una tariffa bassa per chi mi chiama, mi son fatto un numero USA e me lo porto appresso via SIP, meglio di così!

    Commentato da Piero | dicembre 20, 2008, 11:40 |
  30. Piero penso invece che il raggiungibile non sia equivalente di gratuitamente nè low cost. Se hai una terminazione USA chi ti chiama dall’Italia deve pagare una intercontinentale. L’elemento di novità che stiamo sperimentando è quella di terminare una chiamata inbound e se ci riusciamo capire quanto costa al chiamante.

    approfitto per segnalare a skumpic questo link che potrebbe fare scopa con il primo post di Gennaro:
    http://www.sipbroker.com/sipbroker/action/providerWhitePages

    Commentato da benny59 | dicembre 21, 2008, 10:37 |
  31. @benny
    Siamo registrati a quei peering gratuiti, ma non l’abbiamo mai attivato.
    Troviamo la cosa ancora poco intuitiva.
    Per LIV2 che prima o poi apriremo ai test dovremmo aver pensato anche a quello :)

    Commentato da skumpic | dicembre 21, 2008, 11:01 |
  32. Mi è stato attribuito un INUM ma nella pagina principale mi dà sempre dis. Che cosa è successo? Grazie

    Commentato da gennaro1949 | dicembre 21, 2008, 15:43 |
  33. Quello è solo un fatto di visualizzazione.
    Se ti è stato assegnato à subito operativo, se associato a qualche interno

    Commentato da michele | dicembre 27, 2008, 14:02 |

Lascia un commento

Devi essere autenticato per lasciare un commento.