// Stai leggendo ...

LiberailVoip

Interfacciare Liberailvoip o un centralino remoto ad una linea telefonica tradizionale

Obbiettivo della presente guida è superare i limiti instrinsechi di un centralino “ip based” come Liberailvoip in modo da interfacciare una linea telefonica tradizionale al pbx. La flessibilità del protocollo SIP si sposa con l’affidabilità delle linee pstn moltiplicando le possibilità e gli scenari d’utilizzo della nostra soluzione


Come preannunciato ormai diverso tempo addietro vedremo oggi come sia possibile interfacciare un ATA dotato di porta FXO (quella che normalmente viene connessa alla linea telefonica tradizionale) a Liberailvoip.

La soluzione prospettata risulta molto interessante per quanti intendano superare i limiti intrinseci di un centralino “IP based” quale il nostro, rendendo possibile agli interni del vostro account LiberailVoip effettuare chiamate tramite la vostra linea telefonica tradizionale.

I vantaggi di questa installazione sono molteplici: si va da chi può sfruttare i dialplan di Liberailvoip per instradare le chiamate verso terminazioni geografiche alla linea telecom di casa ove ha stipulato un contratto che includa questa tipologia di chiamate, , a chi può in questo modo azzerare i costi di trasferimento annullando qualunque distanza reale – ex. linea telefonica tradizionale in Italia ed interni Liberailvoip utilizzati dagli USA -. a chi infine desidera effettuare alcune tipologie di chiamate dalla propria linea telefonica domestica o d’ufficio (ex. devo effettuare una chiamata di lavoro a carico dell’azienda ma solo al mare).

Come vedete le possibilità e le ragioni che potrebbero spingervi ad interfacciare un ATA a Liberailvoip sono diverse e molte altre applicazioni, oltre a queste esemplificate, sono possibili.

Nella presente guida utilizzeremo un LINKSYS/SIPURA 3000, ma altrettanto è possibile realizzare con prodotti PATTON, GRANDSTREM….

  • IP FISSO E DYNDNS

In primo luogo è necessario accertarsi che il vostro ATA domestico sia contattabile dal nostro centralino remoto sempre al medesimo indirizzo.
Nessun problema per quanti dispongano di IP fisso (possono passare al punto successivo), mentre gli altri saranno costretti a “superare” questa limitazione sfruttando servizi di redirecting, quali NO-IP o il più noto DYNDNS, grazie ai quali il vostro ip dinamico sarà associato ad un hostname statico.

Una volta registratisi al sito DynDNS ed effettuato il login ad esempio è possibile creare gratuitamente un nuovo hostname semplicemente andando a cliccare su My Services e successivamente scorrendo la pagina fino a visualizzare la sezione HOST SERVICES.
A questo punto dopo aver cliccato sulla voce ADD HOSTNAME è possibile selezionare un nome a piacimento (nell’esempio skumpic-4-liv.dyndns.org) da abbinare al proprio IP: non resta che cliccare su ADD TO CHART, pagare la stratosferica somma di 0,00$ :P, e quindi attivare il servizio.

Per assicurare l’aggiornamento continuo del vostro IP internet nel database di dyndns (necessario affinchè siate effettivamente contattabili dal nostro centralino remoto) potrete utilizzare i comodi software messi a disposizione dal fornitore del servizio, o qualora disponiate di un router compatibile (ormai la quasi totalità di quelli presenti sul mercato) potrete gestire il vostro account direttamente tramite il vostro hardware di rete.

  • CONFIGURAZIONE LIBERAILVOIP

Andremo ora a gestire il vostro ATA domestico come un provider SIP. Questo passaggio è fondamentale affinchè possiate ricevere ed effettuare chiamate attraverso la vostra linea telefonica domestica.

Una volta che vi siate autenticati a Liberailvoip dunque accedete alla sezione PROV.S, qui cliccate AGGIUNGI e compilate i campi come segue:

DESCRIZIONE: SIPURA 3000
UTENTE: vostro username a scelta (nell' esempio skumpic)
PASSWORD vostra password a scelta (nell'esempio password)
REGISTRY: hostname dyndns creato in precedenza o vostro ip fisso (nell'esempio skumpic-4-liv@dyndns.org)
PORTA SIP: a scelta (per evitare conflitti consiglio una porta differente dalla "tradizionale" 5060)
MODO: OUT
STATO: ABIL

Non vi resta che creare qualche regola di chiamata in uscita per sfruttare il provider “SIP” appena creato.

Come vedete al momento non è possibile ricevere chiamate in entrata (dalla vostra liena telefonica domestica a Liberailvoip): questa è una LIMITAZIONE VOLUTA e necessaria al fine di tutelare la privacy delle vostre conversazioni ed abusi del nostro servizio che verrà rimossa a partire dalle prossime versioni di Liberailvoip (attualmente sviluppata con il nome di VoipArea).

  • CONFIGURARE LINKSYS 3000

Impostiamo il nostro ATA in modo da ridirezionare alla linea telefonica tradizionale qualunque richiesta avanzata dal vostro provider SIP “domestico” appena configurato su Liberailvoip. Qualora vogliate ricordatevi che è possibile configurare il vostro Linksys per emulare perfettamente le linee telefoniche italiane.

Una volta che ci si sia autenticati al Linksys tramite interfaccia web scorriamo alla sezione [PSTN Line].
Qui impostiamo l’ATA come segue:

Dial Plans section:

Dial plan 2: xx.

(è possibile modificarlo andando a restringere le numerazioni contattabili -ex. inibendo le chiamate verso quelle a valore maggiorato 899- seguendo le istruzioni rilasciate ormai diversi anni fa sul forum di vocesuip).

Proxy and registration setting

Make Call Without Reg: YES
Ans Call Without Reg: YES

VOIP-To-PSTN Gateway Setup:

VoIP-To-PSTN Gateway Enable: YES
VoIP Caller Auth Method: HTTP
One Stage Dialing: YES
VoIP Caller Default DP: 2
VoIP User X Auth ID: UTENTE precedentemente impostato in Liberailvoip (nell'esempio skumpic)
VoIP User X Password: PASSWORD precendetemente impostata in Liberailvoip (nell'esempio password)

(inserite il numero del dialplan impostato in precedenza.OPPURE LASCIANDO IL VALORE A NONE E’ POSSIBILE EFFETTUARE QUALUNQUE TIPO DI CHIAMATA SENZA RESTRIZIONI).

PSTN-To-VoIP Gateway Setup:

PSTN Ring Thru Line 1: NO 

(impostate questo valore a YES se volete che il telefono eventualmente connesso alla presa LINE1 dell’ATA squilli fino a quando la chiamata non viene reindirizzata alla linea Telecom Italia).

In FXO Timer Values (sec) section:

VoIP Answer Delay: 2

(numero di secondi che devono trascorrere prima che la chiamata venga redirezionata verso la linea telefonica tradizionale).

A questo punto non vi resta che effettuare qualche chiamata di prova :)

Commenti

commenti


I commenti all'articolo

16 commenti for “Interfacciare Liberailvoip o un centralino remoto ad una linea telefonica tradizionale”

  1. Si può fare anche con il pap2?

    Commentato da Erasmusjam | giugno 8, 2009, 11:06 |
  2. Mi rispondo da solo: no, perché il pap2 non ha la porta FXO…

    Commentato da Erasmusjam | giugno 8, 2009, 11:16 |
    • Già, per ora l’hardware domestico che a naso penso possa essere utilizzato è:
      Linksys 3000, Linksys 3102, Grandstream ht502, ht503, ht488 (? non sono sicuro ne del modello ne delle caratteristiche! ?).
      Insomma tutti quelli che permettono di gestire il lato pstn in maniera indipendente dal fxs (il telefono connesso all’ata)

      Commentato da skumpic | giugno 8, 2009, 14:55 |
  3. Sì, però “intrinsechi” sminuisce parecchio la dignità delle informazioni esposte…

    Commentato da Gianluca | giugno 8, 2009, 11:28 |
  4. Vi anticipo in via informale che con le prossime evoluzioni di Liberailvoip (attualmente sviluppate nello spazio voiparea) sarà possibile gestire anche la “tratta inversa”: pstn to voip (da linea di casa a voip), in modo da completarne le funzioni ed applicazioni (ad ex. trasferire ad uno dei vostri interni le chiamate in arrivo alla vostra linea fissa).

    Commentato da skumpic | giugno 8, 2009, 15:02 |
  5. Salve a tutti, ho una linea voip, un Fritzbox ed indirizzo ip statico. posso interfacciarmi con liberailvoip ? e se si, dove posso repererire una guida.
    Grazie

    Commentato da Giuliano | giugno 12, 2009, 08:54 |
  6. Ho seguito tutte le impostazioni, nel mio caso ho inserito l’ip (ho un contratto aziendale) nel formato 87.29.7X.XX.
    ho impostato la porta 5061 e ho aperto sul router la suddetta porta in entrambe le direzioni per l’ip del linksys.
    ho disabilitato gli altri provider.
    Nel monitor di libera compare in giallo anche ora che il linksys è spento.
    Quando è acceso e provo ad effettuare una chiamata da uno degli interni (ad esempio tramite fring) mi dice errore 1.
    Avete qualche consiglio?

    Commentato da mario | settembre 27, 2009, 11:21 |
  7. Mi pare di aver capito che con un Linksys 3000 non ho bisogno di nessun centralino ma basta collegalo alla rete domestica PSTN e al router ADSL. Con le dovute configurazioni dovrei riuscire ad effettuare chiamate da voip verso PSTN. Ci sono problemi con la NAT del router o basta fare un portforward della 5060 verso l’ip interno del Linksys?

    Commentato da Giacomo | ottobre 8, 2009, 13:30 |
  8. io ho un 3102
    ho fatto queste configurazioni
    ma non mi funziona
    o meglio LIV si collega al mio 3102 ma rimane nello stato ANSWERING e non compone il numero telefonico.

    Commentato da vincenzo - castvin | ottobre 30, 2009, 18:41 |
  9. il mio probrama e’l’mpostazione di aladino della master con liberavoip pramite linea fastweb …..
    ….ma si puo’ fare?
    se qualcuno mi puo’ aiutare a impostare tutto sarei grato
    o una guida !!!!!!
    p.s. ho una numerazione eutelia che mi risulta regolarmente connessa a ilberavoip..ciao e grazie

    Commentato da fabio | marzo 26, 2010, 09:21 |
    • Vai sul forum e chiedi assistenza li.
      Si può fare, ci sono diversi post sull’argomento.

      ciao :D

      Commentato da skumpic | marzo 26, 2010, 11:22 |
      • Ciao Skumip, ho seguito la tua guida nei dettagli non sono riuscito ad instradare le chiamate inviate sulla linea telefonica. Puoi per favore fornirmi una guida specifica del spa3000 per questo tipo di funzione (instradare tutte le chiamate attraverso il centralino libera il voip).
        Rieco a chiamare tra gli interni ma non risco a far funzionare il spa3000.

        Fammi sapere
        Grazie
        Alessio

        Commentato da alessio | settembre 7, 2012, 14:19 |

Lascia un commento

Devi essere autenticato per lasciare un commento.