// Stai leggendo ...

Hardware

Fritz!Box 7270: creiamo un file di swap

Fritz!Box FonL’attivazione di una area di swap in un’unità disco esterna connessa al nostro Fritz!Box: un’ operazione di per semplicissima che necessità di qualche accorgimento atto ad “aggirare” alcune limitazioni del firmware originale di casa AVM. In questa guida vedremo come sia possibile farlo in pochi passaggi, rendendo le modifiche persistenti al riavvio della macchina; l’obbiettivo finale è far “girare” degnamente il client p2p mldonkey sul nostro router !!


Il Fritz!Box è certamente uno dei router “all in one” più in voga e completi del momento, capace di abbinare prestazioni voip ed un’ottima qualità del parlato ad un firmware “estensibile” a piacimento dai propri utenti.

L’adozione di una soluzione standard basata su linux è certamente una delle chiavi del successo e della diffusione di questo apparecchio, che ha visto nel corso degli anni crescere una attiva ed appassionata comunità capace di “sfornare” decine di addons e modifiche che hanno reso ancora più appetibile il router tedesco: AVM ha “battuto” la strada del “social router” molti anni prima di Fon!!

Ovviamente tale abbondanza si scontra con i limiti fisici della macchina (specialmente sotto il profilo dell’occupazione della ram), e spesso potrebbe rendersi necessario andare ad attivare una area di swap su di una unità esterna (ad esempio una pennetta usb connessa alla porta USB del nostro Fritz!Box).

Immaginiamo di voler utilizzare mldonkey, in modo da poter effettuare traffico p2p “a pc spento”: in questo caso l’utilizzo di una area di swap che alleggerisca il carico che grava sulla ram è vitale per la stabilità del nostro router!!
Purtroppo però questa operazione, di per se basilare, è complicata da alcune scelte del costruttore: l’impossibilità di poter agire in scrittura su molte aree di memoria (scelta giustificabile alla luce dei danni che un utente alle “prime armi” potrebbe cagionare all’hardware) e la mancanza in busybox di moltissimi comandi utili in ambiente unix (questa scelta è invece alquanto discutibile).

Vediamo come aggirarli :)

In primo luogo accertiamoci di aver connesso al nostro Fritz!Box una unità disco esterna formattata in FAT32 (nelle prossime settimane illustrerò come ricorrere ad una unità che adotti il filesystem ext2 in modo da “aggirare” le limitazioni di questo filesystem).

Accediamo via telnet al nostro ATA:

telnet fritz.box

Ora spostiamoci nella unità esterna (sostituite STORAGE con il valore che la macchina abbina al vostro disco):

cd /var/media/ftp/STORAGE

Creiamo una cartella bin, copiamoci all’interno una versione “non limitata” di busybox e infine rendiamo eseguibile il file:

mkdir /var/media/ftp/STORAGE/bin
cd /var/media/ftp/STORAGE/bin
wget http://blog.liberailvoip.it/wp-content/uploads/busybox-4mb_26
chmod 755 /var/media/ftp/STORAGE/bin/busybox-4mb_26

NOTA: Busybox è stato reperito a questo indirizzo.

A questo punto non ci resta che creare ed attivare un file di swap:

dd if=/dev/zero of=/var/media/ftp/STORAGE/swapfile bs=1024k count=256
/var/media/ftp/STORAGE/bin/busybox-4mb_26 mkswap /var/media/ftp/STORAGE/swapfile
/var/media/ftp/STORAGE/bin/busybox-4mb_26 swapon /var/media/ftp/STORAGE/swapfile

Digitando da consolle:

free

dovreste ricavarne un output simile al seguente:

# free
 total         used         free       shared      buffers
 Mem:        61344        52452         8892            0         2548
 Swap:       262136            0       262136
Total:       323480        52452       271028

Non resta che rendere permanenti le modifiche:

vi mkdir /var/media/ftp/STORAGE/miodebug

NOTA: Cliccate i per passare in modalità editing, quindi CTRL+V per incollare il testo che segue, e successivamente il tasto ESC seguito dalla stringa :wq

sleep 2
if [ -f /var/media/ftp/STORAGE/swapfile ]; then

/var/media/ftp/STORAGE/bin/busybox-4mb_26 swapon /var/media/ftp/STORAGE1/swapfile

else

dd if=/dev/zero of=/var/media/ftp/STORAGE/swapfile bs=1024k count=256
/var/media/ftp/STORAGE/bin/busybox-4mb_26 mkswap /var/media/ftp/STORAGE/swapfile
/var/media/ftp/STORAGE/bin/busybox-4mb_26 swapon /var/media/ftp/STORAGE/swapfile

fi

Quindi:

cat /var/flash/debug.cfg > /var/debug
vi /var/debug

NOTA: Cliccate i per passare in modalità editing, quindi CTRL+V per incollare il testo che segue, e successivamente il tasto ESC seguito dalla stringa :wq

sleep 2
/var/media/ftp/STORAGE/miodebug

Rendiamo permanenti le modifiche digitando da consolle:

cat /var/debug > /var/flash/debug.cfg

Il tutto senza aver minimamente inciso o modificato il firmware ufficiale.
Buon divertimento !!!

Commenti

commenti


I commenti all'articolo

7 commenti for “Fritz!Box 7270: creiamo un file di swap”

  1. [...] I più pigri potranno comunque scaricare la versione di downloads.ini che attualmente utilizzo; vi ricordo infine che è consigliabile attivare una file di swap. [...]

    Commentato da Fritz!Box e Mldonkey: p2p e filesharing a pc spento | Libera il VoIP | | agosto 19, 2009, 16:39 |
  2. Ciao, non ho più trovato come utilizzare una chiavetta USB in EXT2.

    Grazie, Nasca

    Commentato da nasca | ottobre 31, 2009, 03:44 |
    • ciao, cossa vuoi dire?
      Ext2 è un filesystem, poi la chiavetta la usi come sempre.

      Commentato da skumpic | novembre 1, 2009, 20:35 |
      • Ciao, e grazie per la risposta anche se mi sono spiegato male.
        Volevo chiedere come posso far eseguire l’automount di un mass-storage formattato in ext2.
        Volevo anche sapere cosa devo modificare nel firmware per farlo e se si poteva fare senza modificarlo.

        Ciao e grazie, Nasca.

        Commentato da Nasca | novembre 2, 2009, 18:14 |
        • Certo che è possibile :)
          Scarica il modulo per ext2 dal sito indicato qui di seguito:
          http://www.algepop.net/mirror/www.spblinux.de/fbox/ext2.o

          Quindi scompatta il file compresso e copialo in una locazione “montabile” connessa al fritz (ad ex. un altra chiavetta formattata in fat32 o una piccola partizione formattata in fat32 della chiavetta che già possiedi) ed aggiungi in cima allo script /var/flash/debug.cfg:
          insmod /percorso/ext2.o

          Qualora tu invece non possieda una seconda periferica montabile al boot del fritz basta che ti scarichi di volta in volta il file di tuo interesse.
          Lo script diventa:
          wget http://xxxxx/ext2.o -O /var/
          insmod /var/ext2.o

          Ricontrolla che le cartelle del Fritz che ti ho indicato siano effettivamente scrivibili perchè sono andato a memoria.

          Commentato da skumpic | novembre 3, 2009, 01:08 |
  3. Ciao,
    leggevo nel tuo articolo:
    “nelle prossime settimane illustrerò come ricorrere ad una unità che adotti il filesystem ext2 in modo da “aggirare” le limitazioni di questo filesystem”

    Per caso hai intenzione di proporre questa nuova guida??? Sarebbe interessante per superare il limite inposto dal FAT 32 :)

    Grazie mille per la disponibilità

    Commentato da Fan | novembre 13, 2010, 12:50 |

Lascia un commento

Devi essere autenticato per lasciare un commento.