// Categorie

rete

Questa parola è associata a with 7 articoli

Operatori mobili tra Wimax e LTE (4g)

Si discute molto su quale sia la miglior tecnologia del futuro per la trasmissione di dati in mobilità. Anche in USA ed in Europa “la lotta” tra Wimax e LTE (l’evoluzione del hsdpa) è dura e serrata. Vediamo quali sono le scelte dei principali operatori d’oltreoceano e del vecchio continente.

Wind: Miniflat dati (3 euro al mese) per i Fring-maniaci e lancio della rete HSDPA

L’operatore arancione rimodula positivamente la sua offerta per la navigazione WAP permettendone l’utilizzo anche per la tradizionale navigazione WEB: 250mb circa al prezzo di 3 euro al mese.Insieme al lancio di quella che possiamo definire la miglior tariffa per la navigazione in mobilità viene annunciata anche la copertura in HSDPA di alcuni capoluoghi di provincia.

Eutelia WI-FI: interessante prova su strada di un wireless internet service provider (WISP)

Si sente parlare molto spesso di WISP (Wireless Internet Service Provider) come la soluzione ideale per molti comuni Digital Divisi.Leggiamo un post sull’argomento di AleXit che utilizza questa tecnologia in un piccolo comune in provincia di Arezzo.

Nuove tariffe per navigare in rete con il cellulare

Con l’avvicinarsi dell’estate i maggiori gestori di telefonia comincia ad aggiornare i propri listini.Scopriamo alcune novità in casa Wind e le news direttamente dalla convention TIM di Valencia.

Panoramica completa delle offerte per navigare in mobilità

Avere accesso alla rete dai nostri dispositivi mobili (palmari, cellular, PDA) diviene sempre più necessario e comune.Breve panoramica delle offerte attualmente proposte dai diversi operatori del settore.

Fring + Liberailvoip e ti porti il VOIP in tasca

Visto il buon successo di questa piccola applicazione per cellulari Symbian eccovi un piccolo how-to per una configurazione passo-passo. I vantaggi? 5 diversi numeri telefonici direte fissa sempre in tasca, ed addio salassi telefonici !!

Auf Wiedersehen Fastweb

La notizia circola ormai da giorni, pare che Scaglia, papà di Fastweb, stia cedendo anche le ultime quote azionarie della sua creatura agli elvetici di Swisscom.Con la liquidità ricavata poi il manager italiano volerebbe a Londra per far nascere il suo nuovo pargolo: Babblegum (è un progetto molto ambizioso di ip tv)